Giovedì, 17 Ottobre, 2019
Ulti Clocks content

La chat

Nessun utente online

Galleria Fotografica

 

 
You are here : Home Articoli

"I Grandi Ideali Rendono Liberi. - Mario Bovenzi -"

 

MUSEO "LOMBROSO" - TORINO
Scritto da DOTT. MICHELE IANNELLI da Roma, 03-05-2010 16:07
Valuazione editore
Valuazione utenti    (0 voto)
 
Oggetto: COMUNICATO
 
“CESARE LOMBROSO…. QUANDO LA MEDICINA È AL SERVIZIO  DELL’OPPRESSIONE”.

MANIFESTAZIONE DI PROTESTA CHE SI TERRÀ SABATO 8 MAGGIO A TORINO CON RADUNO ALLE ORE 16 A PIAZZA VITTORIO VENETO (TORINO –CENTRO).

La medicina ed i medici sono stati più volte utilizzati dai poteri repressivi per opprimere i popoli. Gli esempi sono numerosi: i medici che operavano nei campi di sterminio nazisti, quelli che “curavano” i dissidenti internati negli ospedali psichiatrici Sovietici, i medici che davano la loro consulenza ai tavoli di tortura delle varie dittature centro e sud americane, i medici che attualmente collaborano con le Multinazionali del Farmaco etc
Ma un esempio nostrano e clamoroso è stato Cesare Lombroso. CESARE LOMBROSO (VERONA, 6 NOVEMBRE 1835 – TORINO, 19 OTTOBRE 1909), medico e “criminologo” a causa dei suoi evidenti e conclamati disturbi della personalità e dell’umore produsse delle teorie che furono irrise e respinte dalla stragrande maggioranza della comunità scientifica dell’epoca. Nonostante ciò divenne grazie ai forti appoggi dei politici dell’epoca professore universitario a Torino. Il perche è presto detto: le folli teorie Lombrosiane, senza alcun presupposto scientifico serio, postulavano come inferiori le donne, le popolazioni dell’Africa e dell’Asia nonché gli abitanti del Meridione della Penisola Italica e della Sicilia che, per di più, erano considerati congenitamente predisposti alla violenza e alla criminalità.
E’ dunque chiaro che queste panzane fornivano una sponda pseudo scientifica al Colonialismo Sabaudo che da poco aveva occupato il resto della Penisola Italica facendo passare questa guerra di conquista come “Unità d’Italia”; bisognava dimostrare che i Patrioti e Partigiani che per 12 anni avevano resistito all’invasione dell’Italia Meridionale e Sicilia erano dei Briganti e che le popolazioni di queste zone essendo degli “inferiori” avevano tutto da guadagnare dalla invasione di Eserciti che portavano la civiltà.

Ma, mentre a nessuno verrebbe in mente di dedicare un Museo a Josef Mengele (medico nazista che si ispirò alle teorie di Lombroso), l’ Università di Torino ha aperto alla fine di Novembre del 2009 un Museo celebrativo dedicato a Lombroso.
In questo museo tra le altre cose sono state esposte al pubblico le teste dei Patrioti Meridionali che a causa degli “studi” di Lombroso non hanno mai ricevuto una doverosa sepoltura.

Ecco perché ho costituito a Dicembre un Comitato che sta organizzando una MANIFESTAZIONE DI PROTESTA CHE SI TERRÀ SABATO 8 MAGGIO A TORINO CON RADUNO ALLE ORE 16 A PIAZZA VITTORIO VENETO (TORINO –CENTRO).

Invito pertanto tutti i colleghi, gli amici e le donne e gli uomini liberi di spirito a partecipare a questa manifestazione.

Dott. MICHELE IANNELLI - Roma/Caserta
(Medico specialista in psicologia clinica, psicoterapeuta, omeopata)



PDF